Facciata esterna del Museo del Risorgimento di Milano

 

MUSEO DEL RISORGIMENTO

Il Museo del Risorgimento di Milano, inaugurato nel 1885 propone una ricca collezione di dipinti, sculture, disegni, stampe, armi e cimeli che raccontano la storia della città nel periodo storico compreso tra la prima campagna di Napoleone Bonaparte in Italia (1796) e l’annessione di Roma al Regno d’Italia (1870).

LA SEDE

Dal 1951 il Museo del risorgimento di Milano ha sede nel settecentesco palazzo Moriggia, situato a ridosso del vasto complesso di, in via Borgonuovo, nella zona conosciuta anche come “contrada dei nobili” per la presenza di molte importanti dimore sei-settecentesche. Il palazzo fu progettato nel 1775 dall’architetto Giuseppe Piermarini.

Palazzo Moriggia fu utilizzato in epoca napoleonica come Ministero degli esteri, successivamente come ministero della Guerra. Dal 1900 di proprietà della famiglia De Marchi, che qui dimorò, fu in seguito donato al Comune di Milano e destinato a sede museale. Gli ambienti colpiscono per eleganza e sobrietà mentre il bellissimo cortile interno accoglie il visitatore verso l’ingresso del museo.

LA COLLEZIONE PERMANENTE

Il percorso espositivo del Museo del Risorgimento è composto da 14 sale e propone una ricca collezione di dipinti, sculture, disegni, stampe, armi e cimeli che raccontano la storia della città nel periodo storico compreso tra la prima campagna di Napoleone Bonaparte in Italia (1796) e l’annessione di Roma al Regno d’Italia (1870).

L’allestimento attuale, aggiornato in occasione delle celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia mette in evidenzia i nuclei salienti della collezione come, ad esempio, i preziosi cimeli della celeberrima incoronazione di Napoleone Bonaparte a re d’Italia avvenuta il 26 maggio 1805 nel Duomo di Milano. Tra i cimeli troviamo inoltre lo stendardo della Legione Lombarda Cacciatori a cavallo, primo Tricolore italiano.

MUSEO DEL RISORGIMENTO: PERCHÉ VISITARLO

Per la ricca collezione di cimeli, statue e dipinti. Per il grande valore storico delle opere esposte. Per la qualità dell’allestimento che guida il visitatore alla scoperta delle 14 sale che caratterizzano la collezione.

Per l’inestimabile valore simbolico dei cimeli dell’incoronazione a Re d’Italia di Napoleone Bonaparte del maggio 1805. Per le armi e gli stendardi, tra cui il primo tricolore italiano.

Il Museo del Risorgimento di Milano è aperto dal martedì alla domenica dalle 09:30 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30.
Lunedì CHIUSO
Martedì dalle 09:30 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30
Mercoledì dalle 09:30 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30
Giovedì dalle 09:30 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30
Venerdì dalle 09:30 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30
Sabato dalle 09:30 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30
Domenica dalle 09:30 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30
Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura
Chiuso il 25 dicembre, il 1 gennaio e il 1 maggio.
Per evitare disguidi si consiglia sempre di verificare l’orario effettivo d’apertura consultando il sito web del Museo del risorgimento di Milano.

L’Ingresso al museo è gratuito.
Per visite guidate e informazioni sull’accessibilità consultare il sito ufficiale del Museo.
Scopri anche gli altri Musei di Milano ad ingresso gratuito, perché l’arte si sa, non ha prezzo!

Il Museo del Risorgimento è facilmente raggiungibile:
in metropolitana:
• Linea verde (M2) fermata Lanza
• Linea gialla (M3) fermata Montenapoleone
In tram:
• Linea 1 fermata Via Cusani
In bus:
• Linea 61 fermata via Pontaccio / via Monte di Pietà
• Linea 94
Con il servizio BIKEMI:
• Stazione 57, Brera

Via Borgonuovo, 23 – 20121 Milano
tel: (+39) 02 884 64173
fax: (+39) 02 884 64181
mail: c.museorisorgimento@comune.milano.it
Sito web ufficiale: http://www.museodelrisorgimento.mi.it/it/